sterilizzazione_2Nel nostro studio, per tutelare la salute del paziente, connessa al pericolo di contagio o trasmissione microbica, applichiamo rigidi protocolli di decontaminazione e adottiamo scrupolosi ed elevati standard di sterilizzazione degli ambienti e delle strumentazioni utilizzate.

Viene fatto larghissimo utilizzo di materiale monouso: aspiratori, bicchieri, telini, rulli salivari, ecc.

Tutta la strumentazione subisce un ciclo di sterilizzazione subito dopo l’utilizzo.

Tutti gli strumenti vengono immersi in una soluzione disinfettante, al fine di abbatterne immediatamente la carica batterica. Sono successivamente posti all’interno di un’apparecchiatura di ultima generazione, in grado di eseguire con la massima sicurezza e precisione tutti i passaggi che precedono la sterilizzazione: disinfezione, pulizia dai residui organici mediante ultrasuoni, lavaggio e asciugatura.

sterilizzazione_1

Dopo essere stati ispezionati singolarmente, i dispositivi vengono imbustati e ricontrollati un’ultima volta prima della chiusura della busta.

La busta viene sigillata, siglata con data di sterilizzazione e di scadenza, codificata per una più sicura verifica della validità.

Gli strumenti vengono inseriti nell’autoclave per il ciclo di sterilizzazione.

Nel nostro studio sono operative due autoclavi, il cui funzionamento è regolarmente monitorato e registrato.

Gli strumenti sterilizzati e imbustati vengono riposti nei cassetti o posti su trays.

Il puntale dello spray aria – acqua viene sostituito e sterilizzato. In alternativa, la punta viene sostituita con un puntale monouso, la parte rimanente viene coperta con apposita protezione di nylon.

I manipoli vengono detersi, disinfettati, imbustati e infine sterilizzati con un ciclo in autoclave.